Le 4 mani

Sabry

Sabry

Ho iniziato a leggere molto tardi, all’età di 15 anni, grazie a mio fratello che mi ha prestato Harry Potter e l'Ordine della Fenice. Da allora leggo tutto ciò che è fantasy, senza distinzione tra sottogeneri.

Da bambina gli unici libri che mi hanno conquistata sono stati Le Streghe e La Fabbrica di Cioccolato di Roald Dahl e solo dopo i 20 anni ho iniziato ad approcciarmi ai romanzi rosa.

Questi sono i due generi che preferisco, ma ogni tanto cerco di uscire dalla mia comfort zone. Ho scoperto di amare Dan Brown e che alcuni classici non sono proprio brutti e noiosi come quando te li spiegano a scuola!

Amo leggere perché, anche dopo una giornata devastante, la lettura riesce a farmi uscire dalla realtà e a farmi recuperare un po' di sanità mentale!

Libri a parte, sono una piccola nerd cresciuta a pane e Disney, Dragonball e Play Station e ancora oggi ammetto di avere i miei momenti infantili, è uno dei miei tratti predominanti.

Molly

Molly

Ho sempre avuto la passione per la lettura, ereditata da mia nonna paterna. I miei genitori erano troppo indaffarati per leggermi le favole, motivo per cui ho dovuto arrangiarmi da sola (o fare gli occhi dolci a chi mi capitava a tiro).

Ho imparato a leggere su un dizionario illustrato di lingua inglese, leggendo tutto quello che mi capitava a tiro o i libri che mi prestavano le amiche. La molla è scattata quando a scuola ci hanno fatto leggere Orgoglio e Pregiudizio e il resto è storia!

Non ho ancora ben chiaro il motivo per cui ho aperto un profilo bookstagram visto che sono praticamente incapace a scattare fotografie, ma spero di migliorare non appena il lavoro e lo studio mi lasceranno un po’ di respiro!

Mi reputo una persona ancora molto infantile, nonostante l’età. Leggere mi aiuta anche a distrarmi, a non dover pensare ai problemi quotidiani, ed è stato anche un’ancora nei momenti tristi. Ho sempre avuto un libro con me in ogni momento.

Amo i romance e i classici, ma anche i chicklit, sono un po’ schizzinosa sugli altri generi e non riesco a leggere libri troppo impegnativi. La vita è già troppo grama per perdere tempo con i mattoni!

Le 8 zampe

Totò

Totò

Totò è tutto tranne che un gatto: si spiaggia come un tricheco e ha la grazia di un rinoceronte, è un gran coccolone e ti si appiccica in ogni momento, ma mangia come un maiale tutto ciò che gli capita a tiro!

Gli manca solo la zampina che fa su e giù per diventare quel gattone cinese portafortuna. È ciccione e ha la grazia di un elefante in un negozio di cristalli, ma è dolcissimo.

Insomma, Totò è Totò: una coccola continua che però alle 23 inizia a correre come un pazzo per tutto l'appartamento fino alle 4 del mattino!

Silente

Silente

Silente è la classica gatta schizzinosa e altezzosa che ti considera solo quando vuole lei.

È una giudicona, ha le sue espressioni per ogni tipo di critica che ti sta facendo e se la chiami e ti sente non viene per principio...

È un’attrice nata e criticherebbe anche la sua stessa ombra, ma non lo fa perché beh è la sua!